Velo da Sposa: storia, moda, stili

Velo da Sposa: storia, moda, stili

Scritto il 20 novembre, 2019,

La maggior parte delle donne sogna il proprio abito da sposa fin da bambina, nel 70% dei casi insieme all’abito bianco sogna anche come sarà il proprio Velo da Sposa.

Oggi vi porto con me a scoprire la storia del copricapo più romantico del mondo, tra tradizioni, moda, tessuti impalpabili e nuove tendenze.

Molto spesso ho scritto nel blog che nella scelta dell’abito da sposa concorrono tanti fattori come l’armonia della silhouette, lo stile del matrimonio, il periodo dell’anno ecc… Anche nel caso del velo da sposa la scelta deve essere fatta pensando in primis all’abito che indosserete, poi all’insieme del vostro bridal look, alla solennità o intimità della cerimonia nuziale, ed infine tenendo ben presente il mood delle nozze.

 

velo da sposa storia moda kate middleton

Una delle foto più belle del Matrimonio di Kate Middleton dove si può ammirare il velo impalpabile in tutta la sua bellezza

 

Se invece il vostro desiderio è quello di indossare un velo di famiglia, la ricerca dell’abito bianco dovrà partire proprio dal velo stesso, per far sì che si armonizzi perfettamente sia nel colore che nel tessuto.

Nella scelta del velo da sposa vale sempre una regola fondamentale: la Regola del Contrario

Se sceglierete un abito in pizzo il velo dovrà essere semplice, in tulle di seta o chiffon, al massimo con un piccolo bordino. Se, al contrario, opterete per un abito dalle linee pulite in organza o mikado ma senza pizzi, Swarovski o merletto, allora potrete arricchirlo con un bellissimo velo ricamato.

 

velo da sposa vestizione tulleecannella weddingplanner

E’ importante appuntare bene il velo da sposa affinché la sposa non si preoccupi in ogni momento che esso possa cadere. In questa foto stupenda la mia bellissima Sposa Desy sorride un po’ tesa mentre l’hair stylist l’aiuta con il velo – tullecannella.it

Ma vediamo ora come nasce il Velo da Sposa

Il Velo da sposa fa la sua prima comparsa ufficiale in epoca romana, con il flemmum, un tessuto non molto leggero, rosso o giallo, che la sposa era solita fermare sul capo con una coroncina di mirto e fiori d’arancio quale simbolo di vittoria per la verginità che aveva preservato fino a quel giorno.

Con l’inizio del Cristianesimo il velo diventa simbolo di purezza non solo per le spose, ma per le donne in generale. Infatti ancora nel 1917 il Codice di Diritto Canonico prescriveva alle donne di tenere il capo coperto in Chiesa, soprattutto al momento della Santa Comunione. Oggi purtroppo questa usanza è andata perduta ma fateci caso, non capita anche a voi la domenica, durante la Messa, di vedere delle vecchine nelle prime file che indossano un piccolo velo sulla testa? Il velo quindi ha da sempre un posto speciale nella storia della donna.

Nel Medioevo le future spose entravano in chiesa con il capo coperto dal velo perché si credeva che servisse a proteggere la loro innocenza nel momento in cui erano più esposte agli influssi maligni. In molti casi, quando i matrimoni erano combinati dalle famiglie, la sposa giungeva all’altare con il viso coperto dal velo, e allo sposo era permesso alzarlo solo alla fine della cerimonia o addirittura durante la prima notte di nozze 😄

 

velo da sposa storia moda stili la velata

Raffaello Sanzio Ritratto di donna detta “La Velata” – olio su tela 1513-1514 ca. Firenze, Cappella Palatina

 

Nel Rinascimento il matrimonio diventa un evento in cui le famiglie devono dare mostra del proprio status sociale, ne consegue che anche l’abito diventa testimonianza del loro prestigio. Non esisteva una specifica tipologia di abito nuziale ma la prima regola era che doveva essere unico, prezioso e molto elegante. Il colore bianco già faceva capolino insieme a decori oro o argento. Per questo motivo si utilizzavano tessuti pregiati quali sete e broccati ed il velo, sempre di seta, veniva indossato secondo la moda del “panno alla romana” (come nel dipinto “La Velata” di Raffaello) oppure come parte integrante di un elegante copricapo di seta e perle da cui spuntava un velo corto dorato o argenteo (come nelle raffigurazioni del matrimonio di Anna Bolena con Enrico VIII).

 

velo da sposa storia moda stili annabolena

Le nozze tra Enrico VIII e Anna Bolena nel film “Anna dei mille giorni” – L’abito da sposa è bianco, azzurro e oro e il velo da sposa argenteo sbuca dal particolare copricapo in seta e perle.

 

In realtà già nel Cinquecento veneziano il bianco era indissolubilmente legato all’abito da sposa, quale simbolo di purezza e castità, ma è nel 1840, con il Matrimonio della Regina Victoria d’Inghilterra con il Principe Albert di Sassonia Coburgo Gotha che nasce la tradizione dell’abito bianco e del velo da sposa ad esso coordinato. Da quel momento il bianco fu riconosciuto universalmente come simbolo di purezza, candore e verginità e quindi come colore scelto dalle future generazioni di spose.

 

velo da sposa storia moda stili victoria e albert

Un dettaglio del dipinto di George Hayter raffigurante le nozze tra il Principe Alberto e la Regina Victoria. Victoria, a dispetto della tradizione che vedeva le spose scegliere quasi sempre l’oro, volle un abito tutto bianco con un lungo velo candido che spuntava da una corona di mirto, fiori d’arancio e roselline selvatiche.

 

La lunga tradizione di questo bellissimo accessorio da sposa è cambiata e si è evoluta nel tempo, mantenendo però sempre intatto il suo indiscusso fascino romantico.

Vediamo ora insieme i vari tipi di velo, da quelli più classici e solenni a quelli corti, nuovi e anche un po’ sbarazzini.

 

velo da sposa modelli e lunghezze

Modelli e lunghezze del Velo da sposa. Ecco i più conosciuti e utilizzati dalle spose di mezzo mondo – tullecannella.it

 

Per le spose più romantiche e tradizionaliste il velo è da sempre lungo, bordato di pizzo e vaporoso. Con il passare degli anni e delle mode però anche il mondo bridal ha visto mutare stili e lunghezze dei veli da sposa. Vediamo ora insieme i veli classici e intramontabili e quelli nuovi, glam e stilosi.

 

Il Velo a voliera

Tra i veli più amati dalle spose troviamo quelli lunghi e con strascico ma in particolar modo il Velo a voliera, che gli anglosassoni chiamano blusher veil. Questo velo è dotato di una parte anteriore che viene calata sul viso della sposa poco prima che faccia la sua entrata solenne in chiesa. La “calata” può essere inserita sia sui veli corti che su quelli lunghi, e quindi possiamo affermare che è adatta a tutti i modelli di abito bianco.

 

velo da sposa voloiera tulleecannella weddingplanner napoli

Eccomi intenta a sistemare la voliera ad Enza prima dell’ingresso in chiesa. Il Velo da Sposa a Voliera è molto romantico e adatto a ogni tipo di abito bianco – Tulle e Cannella Wedding Planner

 

La Mantiglia

È un velo antico tipico della tradizione iberica. La Mantilla inizialmente era indossata dalle donne del popolo durante i matrimoni ma ben presto fu adottata anche dalle nobildonne dell’aristocrazia e dalla Regina Isabella II, che iniziò ad indossarlo negli eventi ufficiali, decretandone così il successo in tutta la Spagna.

Io credo che la bellezza del velo a Mantiglia stia nel movimento fluido e romantico che fa quando cade intorno al viso. Dona alla sposa un’allure solenne e al tempo stesso eterea. Di solito è orlata da un ricco bordo di pizzo chantilly, ma negli ultimi anni sono nate molte varianti con pizzi rebrodè, applicazioni di paillettes o grandi fazzoletti di tulle fittamente ricamati proprio come le vere mantille spagnole.

 

velo da sposa storia moda mantiglia

Uno splendido esempio di Mantilla Spagnola. Sul velo si vede la peineta, il tipico pettinino per appuntare la Mantiglia – beatrizalvaro.com

 

velo da sposa modelli di mantiglia

Il Velo da Sposa a Mantiglia in ben 4 varianti

 

La Mantiglia si porta poggiata sul capo, trattenuta da mollettine invisibili oppure dall’apposita “peineta” che le donne spagnole indossano proprio per reggere questo particolare velo da sposa, con l’orlo che ricade ai lati del viso. È uno dei veli che amo di più, per la sua innata eleganza. È un velo importante e molto scenografico, e per questo motivo va abbinato ad abiti romantici ma semplici. Sconsiglio vivamente di abbinare una mantiglia ricamata o con grande bordo di pizzo ad un abito interamente in pizzo. Sempre meglio seguire la regola del contrario 😉

 

I Veli lunghi

Noi donne italiane siamo delle inguaribili romantiche e come tali prediligiamo quasi sempre un velo da sposa lungo e scenografico. I tessuti più adatti per i veli lunghi sono il tulle, l’organza, il tulle di seta (quello impalpabile e leggerissimo che indossò Kate Middleton per intenderci), lo chiffon e ovviamente il pizzo. L’organza è perfetta per il velo a cascata oppure per un vero e proprio mantello con cappuccio, perchè con la sua nuvola di tessuto candido trasformerà la sposa in una fascinosa eroina dell’Ottocento oppure in una fata dei boschi. Lo Chiffon invece può essere utilizzato sia per richiamare la bellezza degli antichi pepli greci che per un Matrimonio Boho chic. Il pizzo, nella versione più soft con piccoli ricami, oppure come lungo velo interamente intessuto e ricamato, sarà ideale per una sposa tradizionalista ma anche molto fashion che vuole lasciare tutti a bocca aperta con la sontuosità del proprio velo da sposa.

 

velo da sposa mantello cappuccio

Il velo da sposa si trasforma in un mantello con cappuccio – oncewedd.com

 

velo da sposa tradizionale tulleecannella

Il Velo tradizionale spesso supera di poco lo strascico dell’abito. In questo caso si parla di Velo Chapel o Cappella – Teresa scelse un bellissimo velo cappella con bordo in pizzo chantilly – Tulle & Cannella Wedding Planner

 

Il Velo Church

Il Velo Church è il velo per antonomasia, lungo 3 metri, di solito è bordato di pizzo oppure puntinato di ricami e si accompagna ad un abito nuziale solenne e prezioso. Ricordate però che per indossare un velo church lo strascico dell’abito da sposa non deve superare il metro di lunghezza.

 

velo da sposa velo church strascico

Eccomi all’opera mentre gonfio il Velo Church a Concetta. Il velo giusto per le spose romantiche che non amano gli eccessi – tullecannella.it

 

Il Velo Cattedrale

Il Velo Cattedrale  con i suoi 4 metri di lunghezza è il velo più lungo. È sontuoso e molto scenico e viene scelto dalla sposa che vuole a tutti i costi sentirsi una principessa o una diva da red carpet ma, ricordate, oltre questa lunghezza possono osare solo le spose reali! Quindi accontentatevi dei vostri 4 metri e pensate per tempo anche ad un corteo di damine che possa reggervi questo lunghissimo velo da sposa mentre attraversate la navata!

velo da sposa Nicky Hilton

Il lungo Velo Cattedrale di Nicky Hilton, disegnato, insieme all’abito, da Valentino

 

I Veli Corti

Come dicevamo prima, non è detto che tutte le donne sognino il velo lungo con strascico. Negli ultimi anni sono sempre di più le spose che preferiscono non indossare il velo da sposa oppure prediligono un velo corto. E fortunatamente la moda sposa ha ideato per loro tantissime alternative eleganti, sofisticate e molto glamour.

 

velo da sposa corto a triangolo tulleecannella

La bellissima Lovorka scelse un velo a triangolo semplice ma molto d’effetto sulla sua stupenda silhouette – Tulle & Cannella Wedding Planner – Ph. F. De Tito

 

La Veletta

Tra i veli corti e alternativi quello che io adoro e che trovo elegante e stiloso al tempo stesso è sicuramente la Veletta! Adatta soprattutto a cerimonie civili, dove non è richiesta la solennità di un abito con strascico, si rivela fondamentale aumentare il fascino della sposa e soprattutto, per esaltare le acconciature con capelli corti.

Potrete optare per quelle con vero e proprio cappellino, dove la veletta cade sul viso fino al mento, oppure per quelle più bon ton nelle quali la veletta arriva a coprire giusto il taglio d’occhi. Questo velo cortissimo è adatto per abiti da sposa corti o dallo stile vintage, ma sta benissimo anche con un sublime abito a sirena.

 

velo da sposa veletta fascinator bandeau

Non trovate anche voi che la veletta doni un’allure sofisticata ad ogni abito e sposa? – Immagini glam-novias.com – wedessence.com

 

Se il vostro desiderio è quello di essere originali e stupire con eleganza, allora vi consiglio una versione ancora più piccola della veletta: il Fascinator, ovvero un copricapo a metà tra cappellino e veletta, realizzato in raso con piume, strass o grandi fiocchi in tessuto.

 

Il Velo a Triangolo

Tra i più amati dalle spose che non desiderano il velo tradizionale, il Velo a Triangolo è composto da uno o più strati di tulle e ricade (in una forma appunto quasi triangolare) appena al di sotto delle spalle. Ideale per acconciature sposa raccolte oppure per chi ha un taglio corto, ed è maggiormente indicato per abiti dal sapore retrò oppure per abiti dalla linea scivolata.

 

velo da sposa corto

Sbarazzino e molto glam, il velo da sposa corto e triangolare è davvero bello, soprattutto se reso più particolare da strati di tessuto diversi – milanoo.com

 

Chi mi segue però sa che alla fine di ogni articolo cerco sempre di suggerire alle mie Wedding Addicted una novità in fatto di moda e tendenze…  Se volete qualcosa di più ricercato vi consiglio di scegliere un velo ricamato con applicazioni tattili in seta, Swarovski o altro tessuto. C’è addirittura chi ha ricamato sul velo da sposa persino la mia adorata porcellana! Quest’ultima strepitosa idea è dello Stilista Peter Langner (di cui vi ho parlato ampiamente nel mio articolo-intervista che trovate qui).

I veli con ricami in 3D sono davvero stupendi e originali. Se volete osare e amate l’oro (molto di tendenza per i matrimoni 2020), allora perchè non indossare un velo con vere e proprie incrostazioni in foglia d’oro?

 

velo da sposa velo con applicazioni

Veli impreziositi da eleganti “incrostazioni” in oro, perle e tessuto

 

Se invece siete alla ricerca di qualcosa che ancora non ha sfoggiato nessuna futura sposa… allora dovrete pensare ad un Velo da Sposa Dipinto! Originale, esclusivo ma soprattutto da personalizzare secondo le proprie esigenze, come fece in primis Angiolina Jolie e come stanno facendo le spose americane, che ai fiori in tessuto uniscono fiori dipinti direttamente sul velo.

 

velo da sposa angelina jolie velo dipinto

La prima ad osare un velo dipinto è stata Angelina Jolie, ce scelse di far dipingere sul tulle i disegni dei suoi figli

 

velo da sposa velo dipinto clairepettibone

La nuova tendenza è quella del Velo dipinto. In questo caso i fiori dipinti si mescolano ai grandi fiori in tessuto creando una nuvola impalpabile ed eterea – clairepettibone.com

 

Se ancora non avete trovato il velo che fa per voi… ecco altre idee fascinose e fuori dai soliti schemi per essere spose retrò, eclettiche bride to be, dive fashion o moderne principesse… ❤️

 

velo da sposa veli originali quale scegliere

Se sei una sposa unconventional uno di questi veli fa sicuramente al caso tuo

 

Quando sarete alla ricerca dell’abito da sposa perfetto ricordate che anche per il velo la scelta dovrà avvenire in base alla vostra personalità, al vostro immaginario. Se vi siete sempre immaginate con un abito nuziale fiabesco e un velo molto lungo, non cambiate idea per seguire le mode del momento. Se invece non amate i fronzoli e vi siete sempre immaginate un velo corto che non dia problemi di movimento, sceglietelo con tranquillità tra i tanti modelli ormai in voga. Solo sentendovi a vostro agio potrete essere raggianti e sicure di voi per l’intero weddingday e sorridere felici alla macchina fotografica.

E ricordate, il velo va tolto appena giunte in villa per il ricevimento di nozze, subito dopo il brindisi degli sposi (qualsiasi velo, anche il più bello e prezioso).

Parola di Wedding Planner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *